Il termine OMOTOSSICOLOGIA significa Studio dei fattori tossici per l’ uomo. Nasce dalla genialità del Dr Hans Heinrich Reckeweg che negli anni ’50 decise di costruire un ponte tra Omeopatia e Medicina convenzionale.Essa parte dal principio che il nostro corpo è attraversato in ogni istante da un’enorme quantità di tossine sia prodotte dal corpo stesso che introdotte (con gli alimenti, i farmaci, l’inquinamento ambientale, la sedentarietà, i virus,i batteri, gli stress emotivi…) e cerca di mantenere costantemente un “equilibrio biodinamico”.

L’omotossicologia studia gli agenti stressogeni esterni ed interni che sono in grado di alterare questo equilibrio biodinamico a volte in modo transitorio (malattie acute) a volte in modo permanente (malattie croniche) e cerca di accompagnare il corpo nella guarigione utilizzando le sue stesse risorse, potenziando la risposta dell’organismo attraverso farmaci omeopatici complessi.

L’omotossicologia interpreta la malattia come una RISPOSTA FISIOLOGICA ad un evento stressogeno di qualunque natura: biologica, chimica, psichica, fisica.

Il nostro corpo non si ammala mai per farci del male ma per proteggerci da eventi più gravi.

Il sintomo pertanto, è ciò che emerge in superficie e si rende visibile della reazione del corpo ad una minaccia, ma non rappresenta la malattia! E la cura non deve essere quella “sintomatica” (ovvero rivolta semplicemente a togliere il più in fretta possibile il sintomo disturbante).Un trattamento bioterapeutico prenderà in considerazione le omotossine causali e, stimolando il sistema difensivo dell’organismo, agirà sulle vere cause della malattia. La bioterapia è sempre una terapia di regolazione e mai di soppressione.

Pertanto dopo un’accurata raccolta della personale ed unica storia clinica di ciascuno si imposta una  strategia di drenaggio delle tossine del corpo associata ad una terapia causale e sintomatica , in base all’assetto PNEI (Psico-Neuro-Endocrino- Immunologico) soggettivo.

TAVOLA DELL’OMOTOSSICOSI

La tavola dell’Omotossicosi è un utilissimo strumento che aiuta il medico nella valutazione del grado di intossicazione del soggetto e della possibile evoluzione delle patologie in base al trattamento che viene messo in atto.

DOTT.SSA RAFFAELLA NAPOLETANO

LARGO VALGIOIE 18, 10146 TORINO

MAIL : napoletanoraffaella@virgilio.it | CELL : 3388126913

P.IVA : 09455010018 | C.F: NPLRFL79D55L219N

Cookie Policy | Privacy Policy